Mostra di Bruno Zanzottera e Marta Ghelma

Quello che sta a cuore al mio Marco Polo è scoprire le ragioni segrete che hanno portato gli uomini a vivere nelle città, ragioni che potranno valere al di là di tutte le crisi.

Le città sono un insieme di tante cose: di memoria, di desideri, di segni d’un linguaggio; le città sono luoghi di scambio, come spiegano tutti i libri di storia dell’economia, ma questi scambi non sono soltanto scambi di merci, ma scambi di parole, di desideri, di ricordi“.

Da queste parole, tratte da “Le città invisibilidi Italo Calvino, Bruno Zanzottera ha immaginato la mostra “Postcards from the future“.

vai all’evento di presentazione della mostra