IL Progetto nel Parco di Monza fra infrastrutture verdi e reti ecologiche

Partendo dalla Porta di Villasanta i docenti della Statale accompagno i partecipanti nell’area compresa fra via Lecco, viale Cavriga e il fiume Lambro, una delle aree del Parco meno conosciute e che poco sono state modificate nel tempo.

Lungo il percorso si racconteranno la storia, le caratteristiche peculiari di questa zona del Parco dell’area e gli interventi di recupero in corso, finanziati dal PNRR e i progetti per il futuro.

Il progetto finanziato dal bando Giardini storici del PNRR, chiamato Storia, ricerca e persone, mira a far coesistere il restauro del disegno storico con le nuove funzione che le aree verdi sono chiamate a svolgere.

Il progetto prevede la riqualificazione, il recupero e il restauro conservativo dei viali alberati che si snodano dal Rondò del Cedro e da quello degli Ippocastani e l’inserimento lungo la cinta di venti macchie di vegetazione arbustiva autoctona per incrementare la biodiversità dell’area, anche grazie all’istallazione di casette rifugio per volatili e impollinatori.

Alcune aree sono destinate alla formazione di prati fioriti, e vengono ripristinati i solchi delle rogge storiche.

I partecipanti all’evento dovranno trovasi presso l’ingresso di Villasanta del Parco di Monza alle ore 9.30 di Domenica 15 settembre.

La passeggiata avrà una durata di circa 1 ora e 30 minuti e si concluderà là dove è iniziata presso l’ingresso al Parco.

Questo evento viene realizzato in partecipazione con il Festival del Parco di Monza e prevede l’intervento di Natalia Fumagalli, esperta di pianificazione e progettazione del territorio rurale, del paesaggio, delle aree verdi e delle infrastrutture verdi.