Con la luna sulle spalle” è uno spettacolo emozionante che prende spunto dalla storia del contrabbando e più precisamente da quel contrabbando necessario, ricordato come “romantico” che va dal periodo del sale a quello del riso, ovvero dai primi anni dell’ottocento all’immediato secondo dopoguerra.

A dare vita allo spettacolo sono due fratelli, Cecco Leone il narratore e Battista Leone alla seconda voce, musiche e canto; attraverso la storia della loro famiglia (particolarmente centrata sulla figura del loro nonno Bartolomeo Leone, una sorta di aedo da osteria) ci consentiranno di intravedere una linea rossa che attraversa la grande storia e come quest’ultima finisca inevitabilmente e curiosamente per attraversare gli stessi sentieri dei contrabbandieri.

Gente forte e resistente questa, che ha scritto sulle pietre dei sentieri una storia ancora troppo poco raccontata, fatta di coraggio, di bricolle di 40 chili di riso e sale, di ore e ore di cammino in certi posti da paura, di tela sacco al posto delle scarpe, di neve e inverno, di fughe dalle guardie di “qua” e da quelle di “la”, e poi ancora di cadute, di valanghe, di fucilate …per dar da mangiare ai propri figli.

Lo spettacolo visita con rispetto il passato, le tradizioni, le leggende, i momenti drammatici, i personaggi e la miseria facendosi omaggio agli uomini e alle donne comuni, al loro coraggio, alla loro forza, alla loro intelligenza, alla loro voglia di vivere malgrado la durezza della vita.

Attraverso una recitazione leggera che alterna scene esilaranti a momenti emozionanti e commoventi, accompagnata da musiche e canti popolari, lo spettacolo si presenta come un vero e proprio affresco sociale dove le piccole storie, allacciandosi con i grandi cambiamenti della società creano un incontro di grande e partecipato coinvolgimento.

verifica la collocazione dell’evento all’interno del programma